PANETTONE E MANNAIE – 10 film horror di Natale da non perdere

Tra Babbi Natale assassini, crudeli leggende bavaresi e dolci massacri alla luce soffusa di un caminetto.

Ah, il Natale. Si caricano nello stereo le note delle canzoni di Michael Bublé, si sorseggia un tazzone di vin brulé fumante con accanto un piatto di biscotti allo zenzero, ci si piazza davanti alla televisione indossando un caldo maglione con le renne pronti a vedere per la milionesima volta le repliche di Mamma ho perso l’aereo o di Una poltrona per due.

Non si può chiedere di meglio, giusto? SBAGLIATO. Perché invece il modo migliore per entrare in pieno clima natalizio è un bel film splatter condito dalle lucine dell’albero di Natale.

E noi siamo qui proprio per consigliarvi 10 imperdibili film horror (e più sono trash, meglio è) da riscoprire e da gustare come ammazzacaffè, per riprendersi dopo i terrificanti bagordi del cenone del 24. Quest’anno il Natale sarà veramente rosso sangue.

10) TALES OF THE CRYPT, Episodio 2 Stagione 1: “And All Through the House”  – di Robert Zemeckis (1989)

immagine-8-tales

Come ogni cenone che si rispetti, cominciamo da un antipasto: qui non si tratta di un vero e proprio film quanto di un episodio della serie televisiva Tales of the Crypt, in Italia I racconti della cripta, adattamento dell’omonimo film a episodi del 1972 (a sua volta ispirato dalla serie a fumetti degli anni ’50 The Vault of Horror), che in questo caso vede coinvolto un pazzo omicida vestito da Babbo Natale intrufolatosi in casa di una gioiosa coppietta.

La ciliegina sulla torta? L’episodio è diretto da Robert Zemeckis, storico regista della trilogia di Ritorno al Futuro e di Forrest Gump.

Ecco l’episodio completo dalla durata di 22 minuti:

9) BLACK CHRISTMAS – di Bob Clark (1974)

immagine-2

Ecco quello che si può considerare un po’ il padre di tutti i film horror ambientati durante le feste, una pellicola che ha dettato le regole per tutti gli slasher movie che l’hanno seguita: protagonista è un altro misterioso maniaco fuggito da un ospedale psichiatrico, che si trova casualmente vicino ad una tranquilla cittadina statunitense dove sono in corso i festeggiamenti per le feste natalizie. Quello che seguirà è un massacro condito da telefonate minatorie e letali soffocamenti con buste di cellophane.

Un piccolo classico dell’horror, che non per niente si è meritato anche un remake del 2006. Da non perdere.

8) CHRISTMAS EVIL, conosciuto anche come YOU BETTER WATCH OUT – di Lewis Jackson, (1980)

immagine-3-christmas-evil

Ci siete rimasti male, quando avete scoperto che Babbo Natale in realtà non esisteva? Beh, sicuramente non quanto il piccolo Harry che, traumatizzato da quella scoperta, una volta adulto decide di impersonare lui stesso il pacioso portatore di doni vestito di rosso. Solo che, oltre a dare regali ai bambini meritevoli, decide di punire con la morte tutti coloro che non dimostrano il giusto spirito natalizio.

Spietato.

7) JACK FROST  – di Michael Cooney (1997)

immagine-4-jack-frost

Una nevosa sera di Dicembre, il serial killer Jack viene finalmente arrestato dopo l’ennesimo delitto. Sul tragitto verso la prigione locale però, complice anche la neve, il camioncino sul quale si trova si scontra con un veicolo che trasporta un liquido mutogeno. Venuto in contatto con il pericoloso liquame, il criminale svilupperà un qualche tipo di potere? Assolutamente no, si tramuterà invece in un terrificante pupazzo di neve assassino in cerca di vendetta.

Se il primo film non vi basta sappiate che esiste anche un sequel: Jack Frost 2 – Revenge of the Mutant Killer Snowman, che decide di scegliere come location un ambientazione veramente tipica per un pupazzo di neve. I Caraibi.

6) ELVES – di Jeffrey Mandel (1989)

immagine-10-elves

Tre ragazzi decidono di eliminare per sempre il Natale attraverso un antico rituale pagano- esoterico. Perché mai tutto ciò, cosa sarà mai successo di così grave da far loro compiere questa azione? No, semplicemente il Natale, a loro, non piaceva. L’unico piccolo problema è che i tre riescono inavvertitamente ad evocare un’antica razza elfica ricercata da Hitler durante il regime Nazista, che viene quindi usata da gruppi neonazisti per fondare il Quarto Reich.

Magia nera, fantasy, scienziati pazzi, ovviamente il tutto gestito malissimo e condito da una recitazione orribile. Imperdibile.

5) SILENT NIGHT, DEADLY NIGHT , Natale di Sangue – di Charles Sellier (1984)

immagine-9-silent-night

Nel 1984 nasce il più famoso esponente del filone sui Babbi Natale assassini, ovvero Silent Night, Deadly Night. Il film racconta la storia dello sfortunato Billy Chapman, che in tenera età vede i propri genitori venire massacrati da un tizio che indossava il costume da Babbo Natale, proprio durante la vigilia di Natale. Ormai adulto, Billy viene assunto a lavorare in un negozio di giocattoli, ma quando il proprietario dell’attività costringe Billy a vestirsi da Babbo Natale per far promozione durante il periodo natalizio, il ragazzo impazzisce e se ne va in giro per la città abbigliato da Santa Claus, trucidando chiunque gli capiti a tiro.

Nonostante al momento dell’uscita abbia ricevuto moltissime opposizioni da parte delle associazioni dei genitori (venne ritirato dalle sale americane e relegato al mercato degli home video) la pellicola si è meritata addirittura 4 sequel.

Un vero classico degli horror di Natale.

4) KRAMPUS – di Michael Dougherty (2015)

immagine-6-krampus

I Krampus sono uomini-caprone dalle fattezze demoniache che, secondo le antiche leggende bavaresi, la notte di Natale setacciano le città nei loro vestiti sporchi e laceri in cerca dei bambini cattivi.

La  recente pellicola del 2015 parte come il più classico dei film natalizi, con una stereotipata famigliola americana che si riunisce per passare insieme le feste: anche quando entra in scena l’entità malvagia, però, non veniamo mai colti dalla sensazione di angoscia a cui di solito queste pellicole puntano. Questo perché il regista è riuscito a confezionare una geniale commedia dell’orrore in grado di destrutturare i classici stereotipi da canovaccio degli horror di Natale per riproporli in una veste nuova, giocando con lo spettatore. Da recuperare.

3) THE GINGERDEAD MAN – di Charles Band (2005)

immagine-7-gingerdead-man

In una tranquilla panetteria di una cittadina americana, una misteriosa donna incappucciata consegna una miscela fenomenale per preparare i dolcetti natalizi allo zenzero.

L’unico particolare è che la donna è una strega, e la miscela contiene le ceneri del figlio (uno spietato killer) che una volta mescolato nell’impasto e cotto al forno si reincarna in un terrificante biscotto allo zenzero assassino.

Effetti speciali ridicoli, sceneggiatura e interpretazioni imbarazzanti: ci sono tutti gli ingredienti per sfornare (mai terminologia più appropriata!) una pellicola destinata a rimanere impressa nell’Olimpo del trash.

2) GREMLINS – Joe Dante (1984)

immagine-9-gremlins

Nella nostra lista non poteva certo mancare questo grande classico diretto da Joe Dante, sceneggiato da Chris Columbus e prodotto da Steven Spielberg.

Il giovane Billy riceve in regalo per Natale una piccola creaturina, un mogwai di nome Gizmo, che il padre ha comprato da un losco rivenditore di cianfrusaglie a Chinatown. Sono tre le semplici regole per accudire il buffo animaletto:

  1. Non esporlo alla luce del sole;
  2.  Non bagnarlo;
  3. Non nutrirlo mai dopo la mezzanotte.

Le regole, prevedibilmente, verranno presto infrante, e da lì comincerà un vero e proprio incubo per la tranquilla cittadina…

Film imperdibile: la scena del coro di Gremlins vale da solo tutta la pellicola. Eccola qui:

1) SANTA’S SLAY – di David Steinman (2005)

immagine-5-santas-slay

Chiudiamo in bellezza: in questa pellicola Babbo Natale è IL FIGLIO DI SATANA. Ma allora perché consegna i regali? Beh, fare del bene non era altro che la punizione millenaria che la creatura infernale aveva dovuto scontare dopo aver perso lo scontro con un angelo. E, ora finalmente libero dalle sue catene, è il momento che il massacro abbia inizio.

Un capolavoro assoluto del trash anche grazie al suo interprete principale: qui Babbo Natale è BILL GOLDBERG. E se non sapete chi sia, o forse non ve lo ricordate, allora lasciate che vi rinfreschiamo noi la memoria e cliccate su questo video: https://www.youtube.com/watch?v=t8do_wxlcq4.

One Reply to “PANETTONE E MANNAIE – 10 film horror di Natale da non perdere”

Rispondi