Flop e successi cinematografici del 2016

Il 2016 sta per chiudersi e come ogni anno è tempo di bilanci: quali sono stati i film più remunerativi? E quelli che hanno incassato di meno? Come in ogni annata  ci sono stati  successi e fallimenti per il cinema hollywoodiano: la rivista Variety ha stilato una classifica delle pellicole statunitensi considerando non solo l’incasso ma anche le aspettative del pubblico e gli attori coinvolti nei vari titoli.

I fallimenti:

La Disney ha avuto sicuramente le sue delusioni se si pensa al “Grande Gigante Gentile” di Steven Spielberg,  che ha portato sul grande schermo l’adattamento di uno dei romanzi più amati di sempre di Roald Dahl. gggIl film, all’inizio ritenuto da molti un possibile nuovo “classico” stile E.T., ha incassato “solo” 178 milioni di dollari a livello globale. Un’altra delusione del 2016 è stato sicuramente il remake di Ben Hur, un vero e proprio insuccesso di critica e pubblico. La pellicola, che non è riuscita nemmeno a coprire i 100 milioni di costi, ha avuto sicuramente la sfortuna di essere il rifacimento di un capolavoro cinematografico apprezzato da tutti, anche se questo sicuramente non giustifica il suo totale fallimento.

I successi:

Uno dei film più remunerativi dell’anno è stato Deadpool, che è riuscito a guadagnare 782 milioni di dollari(a fronte dei 58 di budget). deadpoolLa pellicola, nonostante abbia escluso in sala il pubblico dei minori, è riuscita a conquistare tutti grazie alla grande prova del protagonista Ryan Reynolds, all’ironia e ad un ritmo veloce e coinvolgente, riuscendo ad avere un grande impatto mediatico e culturale.

La Disney, grazie a Rogue One e Oceania, ha vissuto un annata d’oro, stravincendo la sfida dei dieci incassi maggiori del 2016 negli Stati Uniti. Il merito di Rogue One è quello di usare toni più realistici e drammatici rispetto alla saga originaria, dimostrando a tutti che Star Wars possiede quel seguito di pubblico che gli permette di avere almeno un’uscita all’anno.  La pellicola, che è attualmente nelle sale cinematografiche, ha già incassato 600 milioni di dollari a livello globale ed è pronta a superare il record di incassi de Il risveglio della forza. sullyNonostante l’affollamento di titoli nelle settimane più remunerative, anche Clint Eastwood è riuscito a spuntarla con il suo Sully, che si è avvicinato ai 230 milioni di dollari di incasso. Tom Hanks si è dimostrato come sempre una garanzia e la sua presenza ha aiutato non poco il film, incentrato su una storia drammatica dove vengono messe in risalto le virtù umane.

Insomma il 2016 si è dimostrato un anno di grandi successi per alcuni, una delusione per altri, che attendono l’anno che verrà  per far ricredere una volta per tutte critica e pubblico.

 

 

Rispondi