LEGO Batman: i 10 riferimenti ed easter eggs più belli della pellicola

legobatman0011

E’ ormai da una settimana nelle sale il film Lego Batman, che ci riporta la versione a mattoncini dell’uomo pipistrello già visto nello strepitoso Lego Movie per un film tutto suo: la pellicola è un vero tributo al passato decennale del Cavaliere Oscuro e contiene tonnellate di citazioni e rimandi ai vari Batman delle saghe principali, sia fumettistici che cinematografici.

Abbiamo raccolto per voi 10 EASTER EGGS tra le più brillanti e divertenti contenute nel film: andiamole a scoprire

10. MARVEL VS. DC

lego-iron-man

Lego Batman contiene un accenno alla storica rivalità tra le due case di fumetti: la password per ottenere l’autorizzazione ad entrare nella Bat-Caverna è infatti “Iron Man sucks” (“Iron Man puzza” in italiano). In effetti difficilmente Bruce Wayne e Tony Stark andrebbero d’accordo, se vivessero nello stesso mondo: tutti e due sono miliardari con identità segrete, che si circondano di gadget tecnologici… Soprattutto, però, questa è in assoluto la prima volta che troviamo un rimando alla Marvel in un film DC: sarà possibile, prima o poi, vedere tutti i nostri super eroi preferiti insieme sul grande schermo, almeno nelle loro controparti in mattoncini?

9. BLUDHAVEN

bludhaven

Centralissimo, nella pellicola, è il personaggio di Barbara Gordon (doppiata in italiano, ahimè, da Geppi Cucciari): entrando in scena dopo il pensionamento del padre, la giovane detective viene presentata come una brillante poliziotta che è riuscita a ripulire anche il malfamato quartiere di Bludhaven. Ai più attenti conoscitori del Batman fumettistico il rimando alla cittadina non sarà sicuramente sfuggito: Bludhaven, infatti, oltre ad essere luogo teatro delle avventure di Nightwing, ha visto anche Batgirl (proprio Barbara Gordon) costruire lì la sua personalissima Batcaverna.

8. SUICIDE SQUAD E IL DCEU

the-lego-batman-movie-batman-v-superman-parody

In LEGO Batman non troviamo solo alcuni cenni a Batman v Superman: Dawn of Justice, con tutto l’immaginario del (confusionario) DC Extended Universe collegato alla pellicola: a sorpresa, infatti, ci sono anche alcune citazioni direttamente dal (ancora più confusionario) film Suicide Squad.

Oltre al fatto che Batman, nell’atto finale del film, sostiene che chiamare in soccorso dei cattivi per combattere altri cattivi sia un’idea stupidissima, all’inizio del film, invece, quando Killer Croc nuota sotto Gotham City per attivare l’ordigno piazzato da Joker, esclama “Siii! Ho fatto qualcosa!”: un chiaro rimando al ruolo abbastanza patetico che gli è stato riservato nel film di David Ayer uscito quest’anno nelle sale.

7. BATMAN BEYOND E NIGHTWING

the-lego-batman-movie-costumes

Nella scena dove il giovane Robin dà un’occhiata a tutti i costumi di Batman, aguzzando la vista potrete trovare lo storico costume di Terry McGinnis, personaggio che nella serie animata Batman Beyond (Batman of the Future in Italia) sostituirà un invecchiato Bruce Waye per sorvegliare le strade di Neo-Gotham nel 2039.

Lo stesso Robin a mattoncini, oltretutto, prima dello scontro finale recupererà un costume di Batman lasciato ad impolverare, il cui nome in codice è Nightwing: a differenza di quanto si potrebbe pensare non si tratta di un rimando al nome da giustiziere del primo Robin fumettistico, Dick Grayson, che abbandonata la carriera di spalla di Batman diventa un oscuro vigilantes, quanto più che altro (e infatti il design del costume sembra proprio quello) al nome che Superman aveva assunto durante i suoi viaggi nella città-bottiglia di Kandor assieme a Jimmy Olsen.

6. LA FORTEZZA DELLA SOLITUDINE E SUPERMAN 1978

0ec3823bff6b5bd9382f8eaab76a63a2

La Fortezza della Solitudine che troviamo in Lego Batman è identica in tutto e per tutto al design immaginato da Richard Donner, regista del primo film di Superman del 1978: anche il suono del campanello fa risuonare all’interno della dimora di ghiaccio lo storico tema musicale di John Williams del film (cosa molto apprezzata dai fan storici DC).

Inoltre, a fianco delle numerose menzioni a Zod e alla Zona Fantasma, che gioca un ruolo fondamentale nella storia, quando Batman si ritrova a trafficare con i cristalli della memoria fa comparire per un attimo persino una versione Lego del Jor-El interpretato da Marlon Brando.

5. TANTI AUGURI JUSTICE LEAGUE

the-lego-batman-movie-justice-league

Nella festa che Batman interrompe proprio alla Fortezza della Solitudine si vede uno striscione sullo sfondo che riporta i festeggiamenti per il “57esimo Anniversario della Justice League“: la prima apparizione del gruppo di super-eroi fu infatti proprio nel Marzo nel 1960, 57 anni fa, sul numero 28  di The Brave and The Bold.

Aquaman, Wonder Woman, Flash, Lanterna VerdeMartian Manhunter e Cyborg (i membri storici della squadra) compaiono tutti nella pellicola, a fianco di numerosi comprimari come Freccia Verde, Hawkman e molti altri. Tra gli altri presenti al mega-party vediamo anche alcuni membri del cartone animato “The Super Friends” come Apache Chief, Black Vulcan, The Wonder Twins, El Dorado, Samurai e Wonder Dog, che per l’occasione ricopre il ruolo di DJ canino.

4. BAT-IMMGINARIO

batman-vetture

La canzone di Wiz Khalifa “Black & Yellow” scelta per uno dei primi trailer sembra scritta apposta per il nostro eroe, e richiama un altro tema su cui si scherza molto nel film: come verrà detto nella pellicola, infatti, “A Batman piace solo il nero… O il grigio molto, molto scuro“. Ovviamente anche i gadget devono rispettare la limitata gamma cromatica che contraddistingue il Cavaliere Oscuro, così come anche i numerosi veicoli che compaiono nel Bat-garage del film: oltre a molte varianti della storica Batmobile (compare anche la versione di Tim Burton) vediamo anche il Bat-Sottomarino, il Bat-Dirigibile, il Bat-Space Shuttle, il Bat-Kayak, la Bat-Nave dei Pirati,il Bat-Elicottero… Tutto in tinta rigorosamente nera e gialla. Notate un’altra fissazione di Batman? Beh, diciamo che Bruce Wayne tende a dare un nome ad ogni cosa che usa: nel film non mancheranno la Bat-Scala e lo strumento utilizzato per far funzionare il pilota automatico dello Scuttler… La Bat-Corda.

3. I PRIGIONIERI DELLA ZONA FANTASMA

the-lego-batman-movie-daleks

Molti dei camei più divertenti del film arrivano dai “cattivoni” rinchiusi nella Zona Fantasma: se vi aspettate solo i più classici nemici di Batman, vi sbagliate di grosso. Ecco infatti a svolgere un ruolo da protagonisti l’arcinemico di Harry Potter Voldemort, l’Occhio di Sauron proveniente da Il Signore degli Anelli, l’Agente Smith di Matrix, un kaiju-lucertolone a quattro braccia simile a Godzilla, King Kong, La Strega dell’Ovest del Mago di Oz e le sue malvagie scimmiette volanti, un manipolo di Gremlins (alle prese con il sabotaggio di un aereo, riferimento che farà sorridere i più attenti)… E persino un gruppo di Dalek dalla serie Doctor Who.

2. CATTIVI STORICI E CATTIVI DIMENTICATI

the-lego-batman-movie-villains

Potevano però forse mancare i nemici classici di Batman? Che domande, assolutamente no: infatti accanto a Joker (vero co-protagonista della pellicola) ecco L’Enigmista, Catwoman, Due-Facce, Bane, Clay Face, Poison Ivy, Mr.Freeze, Man-Bat e Pinguino (a cavallo della storica vettura a forma di paperella vista nel Batman di Tim Burton). Tutto qui? Nemmeno per sogno: reclutati per il piano di distruzione di Gotham messo in atto dal Clown re del crimine, che vediamo all’inizio del film, ecco comparire un gran numero di cattivi di serie B (o serie Z, in alcuni casi). Tra questi tipi troviamo Crazy Quilt, Egghead, Kite-Man, Polka-Dot Man, il Leader Mutante da The Dark Knight Returns, Orca, Magpie e The Condiment King. Esatto, un tipo che spara ketchup e mostarda da due pistole era evidentemente indispensabile per i piani di conquista del mondo.

1. BATMAN ’66 E IL REPELLENTE PER SQUALI

E’ innegabile che tutti quelli che hanno collaborato alla realizzazione di LEGO Batman si sono divertiti un mondo a piazzare ogni tipo di riferimento alla storia del Cavaliere Oscuro. L’eroe di Gotham City è in giro ormai da 78 anni (il tempo vola, eh?), e infatti sia Alfred che Barbara Gordon non esitano a sottolineare i vari momenti che hanno contraddistinto la carriera dell’uomo pipistrello: Batman v Superman, The Dark Knight Rises, The Dark Knight, Batman Begins, Batman Returns, Batman, Batman: The Animated Series, Detective Comics #27 e persino il serial del 1943 prodotto da Columbia Pictures Batman compaiono tutti almeno per un momento (ovviamente non manca un riferimento ai gloriosi Bat-capezzoli di Batman Forever).

Tra le varie “fasi” attraversate da Batman, però, non mancano di certo quelle più imbarazzanti: Lego Batman riporta infatti in auge il mai troppo elogiato TV show Batman del ’66, che vedeva Adam West ricoprire le attillate vesti del protagonista, un Uomo pipistrello in calzamaglia. Anche il tema musicale ricorrente della serie fa capolino più volte nella pellicola, così come compaiono gli effetti visivo-sonori BAM!, POW!, SMASH!, CRACK! quando Batman e soci mazzuolano i cattivi… Ma soprattutto ecco comparire anche lo storico REPELLENTE PER SQUALI spray, visto in un episodio della serie televisiva e usato anche nel film Lego contro un mostro che rappresenta lo storico Squalo del film di Steven Spielberg. Pura Poesia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi