Quando lo spoiler arriva da chi non ti aspetti…

samuel l. jackson

Una delle battaglie quotidiane nel web è sicuramente quella lanciata agli spoiler, i famosi messaggi che raccontano in anteprima ciò che vorremmo vedere. Come scudo a queste dannose informazioni c’è la dichiarazione palese nel titolo dell’articolo o di un semplice commento di uno spettatore. Ma come comportarsi in caso di live spoiler?  Non si può fare assolutamente nulla, se non evitare alcun contatto con i media fin quando non si è visionato il lavoro. Siccome ciò è prettamente impossibile, il rischio rimane e può prendere sembianze inaspettate.

Un po’ come è capitato con Samuel L. Jackson che se ne è uscito durante un’intervista alla radio di New York Hot 97 con un potenziale spoiler su Avengers: Infinity War. Infatti, dopo aver preso familiarità con l’ambiente, al 35° minuto, se ne è uscito come se fosse a microfoni spenti con questa espressione alla domanda riguardante il suo futuro nell’UCM:

Non mi avete visto in Civil War, sono ancora in giro cercando di capire cosa il Teschio stia…

Una frase smorzata dal conduttore che lo ha sovrastato nella conversazione, anche se è forse reo di vedersi davanti una vera e propria gaffe cinematografica. Perché quel famoso Teschio di cui parla l’attore statunitense è il famoso villain di Captain America, scomparso al termine di “Captain America – Il primo Vendicatore” e giudicato ‘morto’ dallo stesso interprete Hugo Weaving.

Ciò quindi aprirebbe nuovi scenari ai fan che potrebbero sfruttare come un benefit questa indiscrezione. Resta però il fatto che un attore di questo calibro debba saper gestire meglio queste ‘informazioni riservate’, anche se sono da valutarne l’effettiva verità.

Rispondi