La recensione dei thegiornalisti al Palalottomatica

thegiornalistiPalalottomatica strapieno, striscioni, bandiere e cartelloni pronti per un sold out indimenticabile per il pubblico e per la band. I thegiornalisti hanno spaccato, non solo perché tutto il palazzetto cantava a gran voce le loro canzoni, ma anche perché – ora è ufficiale – la loro è una realtà più che consolidata del nostro panorama musicale.

Come se non bastassero i vari “tutto esaurito” in tutta Italia e i grandi numeri delle vendite dei loro dischi, infatti, a confermare questa entrata della band romana nell’olimpo del pop italiano, ieri sera a cantare con loro c’erano Elisa, Luca Carboni e Fabri Fibra (compagno artistico nel tormentone “Pamplona”)… insomma, mica tre degli ultimi arrivati.

Nel corso della serata Tommaso Paradiso, Marco Antonio Musella e Marco Primavera hanno eseguito, con grande e – devo dirvi la verità – inaspettata presenza scenica, gli ultimi due inediti e gran parte degli album “Fuoricampo” e “Completamente Sold Out”, senza però dimenticare le origini dedicandogli un momento speciale della serata in cui i tre, seduti al centro della passerella del palco, hanno ricordato i bei vecchi tempi tra una birra immaginaria – ma nemmeno tanto – e le note di quei pezzi che hanno dato il via alla storia d’amore tra i thegiornalisti e la musica.

La scenografia minimal della serata ha poi ulteriormente arricchito lo spettacolo, che in questo modo ha trasmesso a pieno l’emozione genuina di un sogno che i tre ragazzi stanno finalmente realizzando e che hanno voluto immortalare in un selfie collettivo al grido dell’hashtag #SENZASELFIE.

Note negative nella serata non ce ne sono e sono sicuro che con questo concerto i thegiornalisti sono riusciti a convincere anche il pubblico un po’ più scettico che vi ha assistito e che, volente o nolente, dovrà fare i conti con artisti che hanno tutte le carte in regola per restare a lungo nella hit parade del pop italiano.

Un estratto video – molto amatoriale – della serata:

Parte oggi il tour di Mannarino, tutto esaurito a Roma

Alessandro Mannarino“Chi ben comincia è già a metà dell’opera”.

Parte oggi, dopo la data zero di Rieti, il nuovo tour di Alessandro Mannarino e lo fa con due date, oggi e domani al Palalottomatica di Roma, entrambe sold out da parecchi giorni.

Il cantautore romano non è di certo nuovo a queste dimostrazioni d’affetto da parte dei suoi fan, soprattutto nella “sua” Roma, ma quello dell’Apriti Cielo Tour 2017 si preannuncia essere uno dei tour meglio riusciti del cantautore romano; segno che il nome di Mannarino può essere ormai tranquillamente annoverato tra quelli dei grandi della musica italiana.

Quasi in contemporanea con la partenza del tour, venerdì 23 marzo, è uscito il singolo “Babalù”, terzo estratto di un album che, come le date del tour, sta facendo faville. Dopo il debutto alla prima posizione della classifica FIMI dei dischi più venduti, infatti, “Apriti Cielo” ha di recente superato i tre milioni di streaming su Spotify; un enorme successo confermato anche dal gran numero di visualizzazioni raggiunto dai video dei primi due singoli estratti dal disco, “Apriti Cielo” e “Arca di Noè”.

Dopo le date romane, il tour di Mannarino proseguirà con il concerto, anch’esso sold out, all’Estragon di Bologna e proseguirà con altre 14 date fino a fine aprile. In estate la chitarra e la voce del cantautore romano si metteranno di nuovo in viaggio per la seconda parte dell’Apriti Cielo Tour che partirà i primi di luglio e si concluderà i primi di settembre. Tra quest’ultime date spicca il ritorno a “casa” nella cornice del Postepay Sound Rock in Roma il 6 luglio, un altro bagno di folla preannunciato.

 

Patti Smith: sold out il live di Torino

patti smith.jpg

Sono passati venti giorni dall’annuncio di Patti Smith circa il suo concerto inserito nell’ambito di “Aspettando Collisioni” il  6 maggio a Torino. Il live, che avrà luogo all’Auditorium Rai, ha riscosso subito un grande successo ed è già sold out. L’artista si esibirà accompagnata dai figli, dal bassista, chitarrista e direttore musicale Tony Shanahan. Lo stesso tipo di successo mediatico c’era stato con “Collisioni 2012”, quando Patti Smith si era esibita a Barolo, cuore delle Langhe.

L’evento, in collaborazione con Regione Piemonte, Salone del libro di Torino e Banca d’Alba, permetterà  al pubblico di ammirare ancora una volta lo spessore di un’artista che riesce ad esibirsi con la stessa grinta e spirito punk degli esordi. Tutto pronto dunque per la tournée italiana di Patti Smith, che debutterà il 4 maggio a Parma al Teatro Regio. Di seguito il calendario completo dei concerti italiani:

4 maggio – Parma, Teatro Regio
6 maggio – Torino, Auditorium Rai Arturo Toscanini – SOLD OUT
7 maggio – Sanremo, Teatro Ariston
8 maggio – Verona, Teatro Filarmonico
10 maggio – Cremona, Teatro Ponchielli
12 maggio – Bologna, Teatro Manzoni
13 maggio – Roma, Auditorium Parco della Musica