Concerto del primo maggio, Taranto dice No

1-maggio-2016-taranto-logo

Taranto dice no al concerto del primo maggio. La quinta edizione di #unomaggiotaranto, il concerto organizzato dal Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi, non si farà, almeno per quest’anno, per mandare un segnale importante alla politica, locale e nazionale.
È quindi un arrivederci, non un addio!” così hanno spiegato gli attivisti del Comitato nel corso della conferenza stampa a Taranto. La direzione artistica del concertone era affidata all’attore Michele Riondino.

taranto

Sempre in conferenza stampa, si sono affrontate le motivazioni per la quale era impossibile presentare e portare avanti un progetto così importante, come quello del concerto “Abbiamo ragionato a lungo, sull’opportunità di organizzare anche nel 2017 il più grande evento musicale e di lotta dal basso del Sud Italia, maturando infine una decisione sofferta ma necessaria visto il particolare momento storico che sta vivendo Taranto. Coerentemente con gli ideali che portiamo avanti da sempre, riteniamo di dover dare un segnale forte soprattutto alla politica perché non faccia di questa manifestazione uno strumento per l’imminente campagna elettorale pro o contro qualcuno“.

Il concerto, che si sarebbe tenuto nella splendida cornice del Parco Archeologico delle Mura Greche, è nato nel 2013 e in breve tempo era diventato uno degli eventi di maggior interesse del meridione. In questi anni il concerto di Taranto, era diventato l’alternativa al ben più noto concertone di piazza San Giovanni a Roma.