Guai ‘amarcord’ per gli U2

u2

E’ arrivato come un fulmine a ciel sereno: gli U2 sarebbero stati accusati di plagio da Paul Rose!

Dopo quasi 30 anni, il chitarrista britannico ha recapitato una denuncia nei confronti di Bono e compagni, rei di aver copiato la sua “Nae Slappin” per incidere “The Fly”, hit di successo del 1991 contenuta nell’album “Achtung Baby”. In particolare, rivela la rivista Billboard, Rose sostiene che la band irlandese abbia ascoltato la traccia prima di cambiare etichetta. Facendo 1+1, gli U2 avrebbero ‘raggirato’ il copyright per prendersi l’essenza del brano.

Questo ‘rancore amarcord’ a quanto ammonta economicamente? Ben 5 milioni! Una proposta forte, che ancora non ha portato a commenti da parte della band.
Giusto o sbagliato? A voi la decisione da ‘giurati pubblici’, al giudice quella definitiva!

Gli U2 tornano negli stadi, ci vediamo a Roma!

Più di quarant’anni dall’esordio discografico ed anche per loro è arrivato il tempo della nostalgia.

Pochi giorni fa infatti, gli U2 hanno annunciato un sensazionale tour negli stadi per celebrare i 30 anni di successo di “The Joshua Tree”, il quinto album in studio della band irlandese. Il Joshua Tree Tour 2017”  riempirà gli spalti dei più grandi impianti sportivi del Nord America con le collaborazioni speciali di Mumford & Sons, OneRepublic e The Lumineers, e d’Europa con Noel Gallagher e i suoi High Flying Birds ad aprire lo show – la partecipazione dell’ex Oasis al tour ha attirato addirittura l’invidia del fratello Liam che lo ha definito “il lecchino di Bono Vox” –, sancendo il ritorno della band sui palchi degli stadi dopo il “360° Tour” (2009-2011).

L’album, prodotto nel 1987 dal re della musica ambient Brian Eno, contiene le hit “With Or Without You”, “I Still Haven’t Found What I’m Looking For” eWhere The Streets Have No Name ed è stato il primo disco degli U2 a raggiungere il primo posto negli Stati Uniti e a spopolare in tutto il mondo.

La grande notizia per il nostro Paese è lo show del 15 luglio allo stadio Olimpico di Roma, un’occasione unica per godere della musica della band leggendaria che conquistò anche i favori del premio Nobel per la Pace Nelson Mandela.

Tornano gli U2: per la band di Bono un 2017 ricco di sorprese

Sarà un anno ricco di impegni per gli U2. La band di Dublino infatti è pronta a partire con un tour mondiale e soprattutto con un nuovo album in studio.

Come confermato anche sulla loro pagina Facebook ufficiale, Bono e soci cominceranno a breve una tourneé per celebrare i trent’anni di The Joshua Tree, quinto lavoro della band che riuscì a vincere il premio come miglior album dell’anno alla cerimonia dei Grammy Awards del 1988. Il tour partirà in primavera per poi arrivare in Europa per l’estate. L’annuncio ufficiale  delle date arriverà il 9 gennaio e in molti parlano già di due possibili tappe a Roma.

Come si evince dalla clip diffusa sui social, gli U2 hanno in serbo anche il quattordicesimo album in studio intitolato Songs Of Experience, che dovrebbe arrivare entro la metà del 2017. Tanta l’attesa dei fan per questo lavoro, che completa così il ciclo dedicato al poeta romantico William Blake iniziato nel 2014 con Songs Of Innocence. Come dichiarato dallo stesso Bono il disco sarà più bello di War, capolavoro della band targato 1983.