Gli anni passano e il cachet aumenta: una tendenza tipica del cinema hollywoodiano

joker.jpg

Anche se attualmente i compensi degli attori possono arrivare a 25 milioni di dollari a film, alle origini del cinema le cifre non erano cosi alte: nei primi anni i guadagni oscillavano dai 3 ai 4 di dollari per i più fortunati. L’incremento del salario fu causato principalmente dall’arrivo sulla scena cinematografica di grandi nomi provenienti dal teatro, ma anche dall’introduzione dello ‘star system’ a partire dal 1910. La ‘Film Art’ pagava i suoi attori 40 dollari per ogni giorno di prova: la star Henry Krauss ne guadagnava circa 700, mentre Herbert Beerbohm prese 1000 sterline per interpretare Wolsey in ‘Henry VIII’. Il primo grande compenso andò all’attrice danese Asta Nielsen, sotto contratto con il produttore Paul Davidson, con di 80.000 dollari all’anno, anche se l’attrice più pagata rimaneva Mary Pickford, che arrivò a guadagnare nel 1912 500 dollari alla settimana(cifra quadruplicata nel 1915).

Tra le star più pagate in Europa troviamo la ‘nostra’ diva Francesca Bertini, con un cachet lievemente inferiore rispetto a quello della Pickford. In America i guadagni continuarono a crescere con gli anni, soprattutto da quando Charlie Chaplin, Douglas Fairbanks e Mary Pickford si associarono sotto il marchio della ‘United Artists’. In Inghilterra, dove le cifre erano molto più basse, il salario più alto era di Sir Harry Lauder, che per la sua interpretazione in ‘Huntingtower’ arrivò a percepire 10.000 sterline.  Con l’avvento del sonoro e della Grande Depressione, si ridussero la maggior parte dei guadagni delle star. Il primo ad arrivare al milione di dollari fu William Holden per la sua interpretazione in ‘Il ponte sul fiume Kwai’, seguito da Elizabeth Taylor per il film ‘Cleopatra’. Il boom ci fu negli anni Settanta: tra gli attori più pagati troviamo  Marlon Brando, Paul Newman, Robert Redford e Steve McQueen, con salari superiori ai 3 milioni di dollari a film. Cosa dire poi di Burt Reynolds e Sean Connery, convinti ad entrare nel cast dei loro film con degli assegni pari a 5 milioni di dollari. Insomma il tempo passa ma gli stipendi delle star non smettono di crescere anno dopo anno. E allora faceva proprio bene Jack Nicholson,  nei panni del Joker,  a buttare all’aria centinaia di dollari…

Rispondi